Giornata della Memoria 2020

L'Istituto di Istruzione Superiore Galilei-Di Palo di Salerno ospiterà la Mostra didattica "A lezione di razzismo" dal 23 gennaio al 3 febbraio 2020

Leggi tutto...

Nuovo libro di Daniele Novara “Organizzati e felici” a Salerno

Salerno 06.12.2019 sito

Giornata della memoria 2019

L’Associazione Coordinamento Solidarietà e Cooperazione di Salerno e l'Istituto Comprensivo Rita Levi-Montalcini di Salerno organizzano un percorso didattico per raccontare l’applicazione delle leggi razziali a scuola.

Leggi tutto...

Scuola Genitori

Percorso formativo laboratoriale per genitori presso l' Istituto Comprensivo Rita Levi-Montalcini di Salerno

Aprile - Giugno 2018

Brochure scuola genitori

Formazione e aggiornamento

bandiera pace

L'Associazione dal 1994 ad oggi ha svolto  un' intensa attività di  AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE  nella provincia di Salerno negli ambiti dell'educazione alla pace,  allo sviluppo, all'intercultura e alla legalità, nonché nel campo della progettazione didattica.  

  • 2/4 maggio1994: organizzazione del Convegno per docenti delle Scuole Medie Inferiori e Superiori del Distretto Scolastico di Salerno “IL RAPPORTO INSEGNANTE-STUDENTE: UNA RELAZIONE EDUCATIVA”, tenuto dal formatore Alberto Dazzi del C.P.P. (“Centro Psicopedagogico per la Pace” di Piacenza) presso l’Istituto Tecnico “S.Caterina”di Salerno, in collaborazione con il Distretto Scolastico di Salerno
  • 8/9 settembre 1994: organizzazione del corso di aggiornamento “IL BENESSERE NELLA RELAZIONE EDUCATIVA A SCUOLA", presso il II Circolo Didattico di Pontecagnano-Faiano. Formatori : Davide Bazzini e Patrizia Londero
  • 12/13 settembre 1995: organizzazione del corso di formazione “LA COMUNICAZIONE COME RISORSA PER LA COOPERAZIONE NEI GRUPPI”, tenuto dal pedagogista e formatore Luca Ferrari presso il II Circolo Didattico di Pontecagnano-Faiano
  • 6/7 novembre 1995: organizzazione del convegno “COSA GIUSTA: L’EDUCAZIONE ALLA PACE E ALLA CONVIVENZA DEMOCRATICA COME SUPERAMENTO DELLE CULTURE MAFIOSE”, tenutosi presso l’Ave Gratia Plena di Salerno con interventi di Pia Blandano e Giuseppe Casarrubea (Presidi e ricercatori di Palermo), Daniele Novara (pedagogista e formatore, direttore del C.P.P. di Piacenza), Donatella Artesi (della redazione della rivista “Ecole”), Antonia Sani (di “Scuola e Costituzione”), Rossana Nobile (del “Consorzio Italiano Solidarietà”) e di M. Teresa Messina (psicoanalista) (16 ore)
  • a.s. 1996/97 : intervento teorico-pratico nell’ambito del corso di formazione organizzato dall’U.CI.M (sezione di Salerno) presso l’Istituto Magistrale “Alfano I” di Salerno
  • 11.5.96/7.6.98: organizzazione del CORSO BIENNALE AVANZATO PER FORMATORI IN EDUCAZIONE ALLA PACE, condotto a Salerno dal “C.P.P.” (Centro Psicopedagogico per la Pace) di Piacenza, che ha fornito a un gruppo di venti docenti di Salerno e provincia le competenze necessarie per progettare interventi qualificati sul territorio; fra le tematiche affrontate: l’educazione alla pace come gestione positiva dei conflitti; dinamiche di gruppo e gestione dei gruppi di lavoro; la relazione educativa nella prospettiva dell’educazione alla pace; comunicare bene nel rapporto interpersonale ed educativo: ascolto, empatia e comunicazione efficace; apprendimento e progettazione; l’autobiografia educativa come risorsa per lo sviluppo delle competenze formative; pragmatica della formazione: saper programmare e gestire la formazione   (204 ore)
  • a.s. 1994/95, 1996/97, 1998/99, 1999/2000, 2001/2002: organizzazione di LABORATORI DI EDUCAZIONE ALLA PACE PER DOCENTI ED ALUNNI delle scuole di Salerno e provincia:

- Pontecagnano: Progetto Ragazzi 2000: “Costruiamo la pace” (laboratori con gli alunni della scuola  elementare del II Circolo ;

- Progetto Arcobaleno: “La solidarietà si  impara” (laboratori con bambini della scuola materna) ;

- Nocera Sup.: Progetto Ragazzi 2000: “Laboratorio ludico di Educazione alla pace” (laboratori con alunni della Scuola Media “Fresa”) ;

- Nocera Inf.: Corso di aggiornamento per docenti dell’I.P.S.A.R.;

- Capaccio: 2 corsi di aggiornamento per docenti della Scuola Materna e del II Circolo didattico “L’educazione alla pace come alternativa metodologico-didattica“ (24 ore)

- Salerno: Scuola Media Parificata “Pio XI”  e Scuola Media “Torrione Alto”;

- Cava de’ Tirreni: P.O.N. (Misura 3 – Azione 3.2) “Sport educativo e Cooperazione per la  pace” presso il Liceo Scientifico “A. Genoino” di Cava de’ Tirreni (SA) (90 ore )

  •  Realizzazione di progetti destinati a docenti e genitori degli alunni delle scuole di Fratte e Pontecagnano
  • Gennaio/febbraio 1998: organizzazione del corso di formazione di base (1° livello) per docenti di Salerno e provincia “Educazione alla pace” con la collaborazione scientifica del C.P.P. di Piacenza (32 ore)
  • 7.5.1998: presentazione del libro “RACCONTARSI: L’AUTOBIOGRAFIA COME CURA DI SE’” di Duccio Demetrio, professore di Educazione degli adulti presso l’Istituto di Pedagogia dell’Università degli Studi di Milano
  • 19.5.1998: presentazione del libro “L’ASCOLTO SI IMPARA: DOMANDE LEGITTIME PER UNA PEDAGOGIA DELL’ASCOLTO” di Daniele Novara, pedagogista, formatore e direttore del C.P.P. di Piacenza
  • 10/11 aprile 1999: organizzazione del corso di formazione su “GIOCHI DI COOPERAZIONE”, condotto dalla pedagogista Sigrid Loos presso la Ripartizione  Servizi Sociali del Comune di Salerno

  • aprile/maggio 2000: attività di conduzione di gruppo nei laboratori interattivi  del corso "L'Educazione alla pace nei rapporti personali" nell’ambito del progetto "Crescere insieme" presso la corso Scuola Media l.r. "Pio XI" di Salerno
  • febbraio/aprile 2001: organizzazione e attività di conduzione di gruppo nei laboratori interattivi del corso di formazione per docenti, operatori dello sviluppo e rappresentanti di Enti Locali sulla GESTIONE POSITIVA DEI CONFLITTI, in collaborazione con il C.I.S.P. di Roma e con le associazioni partner  “Acuarinto” di Agrigento, “Terra” di Cagliari, “Solidarte” di Matera e “Cipax” di Roma, con il contributo del MAE-DGCS; nell’ambito del corso, che ha visto interventi seminariali, aperti alla cittadinanza, di Roberto Tecchio, Luisa Morgantini, Francesco Tullio ed Enrico Euli, è stata discussa in particolare la problematica mediorientale come area di crisi in bilico tra pacificazione e conflitto

  • 16 dicembre 2002: conferenza dal titolo “Laboratori di pace” nell’ambito degli incontri “No alla guerra senza se  e senza ma”, organizzati dall’ Assessorato alla Pace, Solidarietà ed Accoglienza  del Comune di Eboli, presso il  Convento Monumentale di S. Francesco

  • marzo 2003: convegno “Modelli culturali e stili di vita”, svoltosi presso il Comune e la Scuola Media Statale “A. Fresa” di Nocera Sup. (SA), con il contributo della Regione Campania e del CSA di Salerno; tra i vari interventi, “Gli stili comunicativi” del dott. Achille Mazzeo, psicoterapeuta; “Bambini traditi” dello scrittore Diego De Silva; “Bisogni e falsi bisogni: per una pedagogia della sobrietà” di Antonio Nanni, pedagogista e vicedirettore di CEM – Centro di educazione alla mondialità –  

  • A.s. 1996/97: intervento sul tema ECONOMIA, SVILUPPO E AMBIENTE nell’ambito del Corso LATINOAMERICA: IL CONTINENTE SOSPESO, organizzato dal C.I.S.P.e dal Circolo della Campania di RED (Rete Associativa Italia, America Latina e Carabi) presso l’I.T.C. “Genovesi” di Salerno; tra i temi affrontati negli interventi teorici e nel laboratorio interattivo: eurocentrismo, nuova cartografia, squilibrio nei consumi nord/sud.
  • ottobre 1999/gennaio 2000: organizzazione (e attività di conduzione di gruppo nei laboratori interattivi) del corso di formazione sull’Educazione allo sviluppo e all’intercultura per educatori formali ed informali “EDUCARSI PER POTER EDUCARE”, realizzato con il contributo dell'Unione Europea in collaborazione con il C.I.S.P. (Comitato Internazionale per lo sviluppo dei popoli) di Roma; all’interno del corso sono stati tenuti seminari aperti alla cittadinanza con la partecipazione di Serge Latouche, Antonio Nanni, Nanni Salio, Francesco Gesualdi e Samir Amin e, per i soli corsisti, due giornate di presentazione dell’esperienza educativa di HEGOA (Instituto de estudios sobre el desarollo y la economia internacional, Universidad del Pais Vasco) partner europeo prescelto (48 ore);
  • 6/10 novembre 2000: partecipazione di due operatori dell’associazione al  Corso di Formazione Mundilab-Laboratorio di Educazione allo sviluppo,  organizzato da HEGOA a Vitoria (Spagna)
  • novembre 2000: organizzazione (e attività di conduzione di gruppo nei laboratori interattivi) del corso di formazione per educatori formali ed informali su “EDUCAZIONE INTERCULTURALE: DAL RISPETTO DELLE DIVERSITA’ ALL’ARRICCHIMENTO RECIPROCO”, tenutosi a Salerno con finanziamenti della Regione Campania (fondi del Comitato Regionale per il Volontariato), con lezioni tenute dalla pedagogista Sigrid Loos
  • 2000/2001: partecipazione al progetto INRETE promosso dal CISP, finalizzato alla creazione di una rete fra associazioni del centro-sud coinvolte in progetti di Educazione allo sviluppo e all’interculturalità: "La casa di Alex” di Cagliari;”Cipax”, ”Sole Luna” ed “Equoconsumo” di Roma; “Solidarte” di Matera e “Idea” di S. Giorgio a Cremano (NA) (40 ore)
  • luglio 2001: pubblicazione della relazione conclusiva sul corso di formazione ”EDUCAZIONE INTERCULTURALE: dal rispetto delle diversità all'arricchimento reciproco”

  • febbraio/marzo 1999: organizzazione e attività di conduzione di gruppo all’interno del corso di aggiornamento “LAVORARE PER PROGETTI” autorizzato dal Provveditorato agli Studi di Salerno nell'ambito delle iniziative mirate alla diffusione della cultura dell'autonomia,in collaborazione con l'O.P.P.I. (Organizzazione per la Preparazione Professionale degli Insegnanti) di Milano presso il III Circolo didattico di Salerno e l’ Istituto Magistrale “Regina Margherita” di Salerno (24 ore)

  • 16/ 18 novembre 2000 : partecipazione dell'Associazione a EXPOSCUOLA, salone del confronto tra le proposte formative dell'Europa e del mediterraneo, organizzato dalla Provincia di Salerno presso l'Hotel Ariston di Paestum

  • A.s.1996/97, 1997/98, 1998/99, 1999/2000, 2000/20001 e 2001/2002: nell'ambito dei PROGETTI LEGALITA' (finanziamento ex Legge Regionale 39/85), organizzazione e conduzione di laboratori interattivi presso l’Istituto Magistrale “Regina Margherita” di Salerno, e della mostra "Stermino in Europa" tra due guerre mondiali presso la Scuola Media Statale “Fresa” di Nocera Superiore
  • nov.99/ottobre 2000: frequenza, da parte di due operatrici dell’associazione, del corso di formazione per referenti in educazione alla legalità, organizzato con fondi della Regione dall'Istituto "Suor Orsola Benincasa" di Napoli in collaborazione con il Provveditorato agli Studi di Salerno e Avellino, con conseguimento del relativo attestato finale (160 ore)

3-4.12.02: attività da parte di due operatrici dell’associazione quali docenti referenti esperte sul territorio in educazione alla legalità - su nomina del C.S.A. (Centro Servizi Amministrativi) di Salerno e conferimento di incarico da parte di “Libera - Associazioni nomi e numeri contro le mafie” - di tutor (animatori di gruppo di lavoro ) nell’ambito del Seminario di aggiornamento per i docenti della Campania “Educare alla legalità ed alla cittadinanza. Conoscere, progettare, comunicare”, tenutosi presso l’Istituto Alberghiero “R. Virtuoso” di Salerno (16 ore)

Mostre e iniziative di documentazione e riflessione sulla deportazione politica e razziale perpetrata dal nazismo e dal fascismo:

  • Anne Frank una storia attuale – ottobre 1998

A cura della Fondazione Anne Frank di Amsterdam, ha come tema principale la storia dell’Olocausto raccontata attraverso una prospettiva essenzialmente biografica, senza penalizzare una dettagliata ed accessibile informazione sul contesto storico.

L’esposizione è stata visitata solo per quanto riguarda le scuole, da circa 5.000 studenti provenienti da istituti elementari, medi e superiori di Salerno e provincia

  • TEREZIN - disegni e poesie dei bambini del campo di sterminio – novembre 1999

Presenta riproduzioni di disegni e poesie di bambini prigionieri del campo di concentramento di Terezin. Le opere, frutto della creatività dei fanciulli, assistiti e spronati da insegnanti che nonostante i pericoli della clandestinità non intesero rinunciare al loro ruolo di educatori, rendevano le terribili condizioni di vita del campo - la miseria, la malattia, la morte, la separazione dai genitori ecc. - ma anche i sogni e le speranze di un'infanzia costretta brutalmente in una condizione innaturale.

  • Non avevamo ancora cominciato a vivere – : voci e immagini dai campi di concentramento per giovani di Möringen e Uckermark - gennaio 2001

A cura dell’ISTORECO di Reggio Emilia, affronta i temi della condizione di vita dei giovani nella Germania nazista. In circa 40 pannelli vengono esaminati gli aspetti dell'influsso dell’ideologia fascista della razza, della militarizzazione, della vita in guerra, della criminalizzazione di atteggiamenti non conformi e della conseguente persecuzione di giovani emarginati nei campi di concentramento per giovani di Moringen e Uckermark.

La mostra è stata visita da più di duemila studenti e molto apprezzata per il tema trattato, tanto particolare quanto sconosciuto.

Molti sono stati gli esperti e gli studiosi ma soprattutto i superstiti dei campi di sterminio che hanno dato, e continuano a dare, il loro prezioso contributo al progetto: da Marcello Pezzetti, ricercatore del Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea di Milano a Spartaco Capogreco, presidente della Fondazione Internazionale Ferramonti di Tarsia; da Giuseppe Lissa, docente di Filosofia Morale dell'Università Federico II di Napoli ad Aldo Pavia, presidente della sezione di Roma dell'Ass.Naz..Ex Deportati; da Elvira Sabbatini Paladini, direttore del Museo Storico della Liberazione di Roma a Carla Capponi, medaglia d'oro della Resistenza; da Arne Gillert della Fondazione Anne Frank di Amsterdam a Dario Venegoni, giornalista e responsabile del sito Internet dell'Ass. Nazionale Ex Deportati; gli ex deportati Osvaldo Corazza, Leone Fiorentino, Elvia Bergamasco, Piero Terracina, Romolo Tintorri e gli scomparsi Luigi Sagi e Settimia Spizzichino.

Dal 1997 L’Associazione partecipa, con una propria delegazione composta da studenti ed insegnanti, al viaggio organizzato dall’A.N.E.D. di Bologna in occasione dell’incontro internazionale degli ex deportati al campo di Mauthausen.

Nel 2000, proprio a Mauthausen l'Associazione ha realizzato un video, curato dal giornalista Carlo Pecoraro, che documenta, attraverso le immagini del campo, ed interviste a giovani ed ex deportati, la particolare esperienza vissuta dai ragazzi.

Pubblicazioni

Consumo critico e buone pratiche

ConsumoCritico Cover

Anno di pubblicazione: 2010

Qui non ho visto nessuna farfalla

disegnofarfallasfondo

Materiali per una didattica della memoria

Anno di pubblicazione: 2006

Leggi tutto...

Educazione interculturale

Educazione Interculturale

Dal rispetto delle diversità all'arricchimento reciproco

Anno di pubblicazione: 2001

Leggi tutto...